Sicuramente questo vangelo vuole mostrare cosa sia la vera beatitudine. La vera beatitudine, ci spiega Gesù, non viene dai privilegi («beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato»), ma da quello che facciamo dei nostri doni e delle nostre situazioni: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!». Ma quello che vorrei sottolineare in questa meditazione è altro: è il fascino che Gesù esercitava mentre parlava di Dio e delle cose di Dio, tanto da provocare un trasporto incontenibile. Quello che manca ai nostri giorni non è la bellezza del vangelo, ma la coscienza e la convinzione di questa bellezza. Preghiamo affinché il Signore ci dia di risplendere di questa bellezza e di non spegnerla od offuscarla.

Lc 11,27-28

Mentre diceva questo, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: