Categorie


Il cancro non è un dono, ma una disgrazia. La Croce stessa è una disgrazia... Dio non ha voluto il male della croce e del dolore, ma ha voluto noi. La Bibbia non dice "Dio ha tanto amato la croce", ma "Dio ha tanto amato gli uomini". Perché? Perché la croce è l'espressione storica del rifiuto, della chiusura dell'uomo e Dio non può volere - per sé - il male, il rifiuto, il peccato... questa #rispostalvolo, prima di tornare a lavorare sul libro "Educare i figli alla fede" mi è sembrata doverosa, dopo che un paio di persone care - che hanno avuto il cancro a casa, e la fine della storia non è stata come quella di Nadia Toffa - mi hanno interpellato...
Alla fine del video accenno a un libro in uscita, non è mio, ma è la raccolta degli scritti di un santo sposo spezzato dal cancro... spezzato potrebbe non sembrare la parola giusta, ma leggendo il racconto di Pierpaolo Conti, si capisce che lo "spezzarsi" qui evoca l'Eucaristia. Il dono d'amore... questo sì ... nonostante il male, nonostante il dolore, nonostante il cancro (https://amzn.to/2zsYSOA).
Voi che ne pensate?







Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole

Un papà mi riportò la domanda del figlio che gli chiese: «papà, perché il Signore ha scelto di nascere proprio da Maria?». Davanti a certe cose dobbiamo fermarci in umile e rispettoso silenzio perché, come ci ricorda Paolo, «chi mai ha conosciuto il pensiero del Signore? O chi mai è stato suo consigliere?». Ma una cosa la possiamo dire e sapere: La grazia del Signore in Maria non è stata vana. La puntualizzazione che Gesù fa nel vangelo di oggi si applica in primo luogo a Maria: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica». Non sappiamo perché Maria è stata scelta, ma sappiamo come Maria ha risposto alla sua elezione. È questa la conoscenza che conta. È questa la conoscenza che si fa prassi e fa di noi madri, fratelli e sorelle di Cristo.
#pregolaParola
(Lc 8,19-21)
E andarono da lui la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla. Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti». Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole

La banale ideologia, pacificamente accetta ai nostri giorni, che la fede è un fatto privato, non è minimamente condivisa da Gesù. Se ricevi il bene, non lo devi tenere per te stesso. La luce ce l'hai davvero se sei disposto a lasciarla irradiare e quindi se sei disposto a permetterle di raggiungere gli altri. Per l'ideologia del rispetto degli altri, condividiamo a gogò, con menù all you can eat ogni sorta di cavolata e frivolezza, mente la luce, l'unica che conta, la offriamo con il contagocce... Se va bene...
Gesù ci ripete oggi: «Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce». Fatta la giusta distinzione tra luce discreta e molesti anabbaglianti, il Signore sia con te e la sua parola sulla tua bocca: annuncia, irradia.
#pregolaParola
(Lc 8,16-18)
Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce. Non c'è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce. Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole

La fede e la ragione sono incompatibili? Ha ragione la UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) nell'attribuire a Galileo la frase "Preferisco ragionare anziché credere. Per questo sono ateo"? Ecco una risposta al volo in 4 punti, anzi, 5 #rispostalvolo #ateismo #uaar #galileo #fidesetratio #BriciolediTeologia

Alla fine della visualizzazione di questo video, mi permetto di segnalarvi la lettura di questa storia -- https://www.theologhia.com/2018/09/lateo-e-il-monaco-una-storia.html -- tratta da #ilnascondigliodellagioia (bit.ly/nascond)... verte molto bene nel tema presentato e lo spazio ristretto di una risposta al volo (che tanto al volo non è stata) non ne permetteva la presentazione. Buon ascolto e buona visione








Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole