La concordia ad ogni costo ha un prezzo altissimo: il sacrificio dei propri principi e della propria coerenza. Questo non significa che bisogna condurre crociate contro chiunque non la pensi in modo uguale. Significa, però, essere disposti ad accettare porte che si chiudono e rapporti che si interrompono quando si professa di aver incontrato la Verità di Cristo. Chi vuole essere in pace e concordia con tutti non deve avere una visione e non deve avere un orientamento. Forse avrà pace con tanti, ma sicuramente non con se stesso.

Lc 12,49-53

Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto! Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D'ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: