Hai presente quelle volte in cui la vita ti regala un'occasione più unica che rara, e tu ti senti non pronto e con un battere d'occhio ti passano nelle mente tutti quei momenti e tutte quelle situazioni che ti invitavano a prepararti?  Vuoi un esempio? Che ne so... Penso a quelle volte in cui mi viene chiesto di fare una conferenza su un tema che, di per sé, mi aveva sempre interessato, ma di cui avevo sempre rimandato l'approfondimento. Ed ora sarebbe troppo tardi per prepararmi... Oppure penso a quei amici e a quelle amiche che, per anni, rincorrono amori impossibili, tortuosi e tormentati, perdendo di fatto incontri preziosi e belli che li passano sotto il naso. Il messaggio della parabola delle dieci vergini è anche questo: vivere ogni cosa a suo tempo. Le vergini stolte, alla fine, riescono a comprare l'olio, ma quando è già troppo tardi. «C'è un tempo per ogni cosa sotto il cielo» ed è un'arte spirituale riconoscerlo. Se la vita di ogni giorno ci invita a stare al passo con il tempo presente, a maggior ragione la vita spirituale. E qual è il tempo opportuno per cominciare con il cambiamento che sai che devi intraprendere? Ti risponde san Paolo: «Ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza!».

Mt 25,1-13

Allora il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l'olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l'olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono. A mezzanotte si alzò un grido: «Ecco lo sposo! Andategli incontro!». Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: «Dateci un po' del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono». Le sagge risposero: «No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene». Ora, mentre quelle andavano a comprare l'olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: «Signore, signore, aprici!». Ma egli rispose: «In verità io vi dico: non vi conosco». Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l'ora.

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: