In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi, vide i ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro del tempio.
Vide anche una vedova povera, che vi gettava due monetine, e disse: «In verità vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti. Tutti costoro, infatti, hanno gettato come offerta parte del loro superfluo. Ella invece, nella sua miseria, ha gettato tutto quello che aveva per vivere».

Dn 1,1-6.8-20   Salmo da Dn 3   Lc 21,1-4

Sbagliavano gli altri a non mettere tutto quello che hanno nel tesoro come la vedova? Non credo sia questa la domanda da porsi. Siamo invece invitati a chiederci: Cosa cela il gesto della vedova? Cela un senso di dignità e di ricchezza interiore. Cela una generosità che ho visto più spesso in chi è materialmente povero, una capacità stupefacente di condividere il poco. Cela fiducia in Colui che dà il pane quotidiano ai suoi figli. Cela il paradosso dell'amore che più si dona più si possiede e cresce.
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: