Giorno 23: La bellezza della quotidianità!


Settimana della bellezza

Parola del giorno: la quotidianità

Ma quanto è bella la nostra quotidianità? E quanto è ricca? Purtroppo, per nostra stessa ammissione, tutto ciò che è ordinario, che si ripete, assume i contorni del consueto, dello “scontato”, di scarso valore, di tutto ciò che etichettiamo come la normalità. Ma ci siamo mai chiesti come questa normalità sia straordinaria? Negli ultimi mesi è proprio questa normalità che ci è mancata, quei gesti e quelle semplici abitudini che pure credevamo senza valore, hanno assunto un altro significato, abbiamo iniziato a ri-considerare ed a valorizzare. Elisabetta, in un bellissimo passaggio di una sua lettera, ci mette in guardia proprio su questo: Dio lo troviamo nell’ordinario, nelle faccende domestiche, nel lavoro, tra le nostre mura, proprio come fa un Padre con i suoi figli. Non si può non pensare a Maria, a Giuseppe e a Gesù nella loro casa, nella loro vita normale e per questo speciale.

“Quanto a me ho trovato il mio cielo sulla terra in questa cara solitudine del Carmelo dove sono sola con Dio solo. Faccio tutto con lui e a tutto vado con una gioia divina. O che spazzi. O che lavori, o che sia all’orazione, tutto trovo bello e delizioso perché è il mio Maestro che vedo dappertutto! Desidererei tanto avere le tue dita per la biancheria e fare dei graziosi puntini come te. Non mi manca certo il lavoro.”
(Dalla lettera alla zia signorina Matilde Rolland, agosto 1901)


DOMANDE PER RIFLETTERE  soli o in coppia

  • Apprezzo la mia quotidianità?
  • Cosa conserverei e cosa cambierei della mia quotidianità?
  • Riesco a vedere lo straordinario nell’ordinario?
  • Cosa vorrei aggiungere alla mia quotidianità?


Se si è in coppia:
  • cosa conserveremmo e cosa cambieremmo della nostra quotidianità?
  • Cosa abbiamo riscoperto negli ultimi mesi? Cosa ci è mancato e cosa è stato prezioso?
  • Tra le righe della nostra quotidianità, riusciamo a leggere lo straordinario?



PER LE FAMIGLIE: esploratori di bellezza!

Cercare la bellezza nella vita di tutti i giorni, comprendere che lo straordinario si cela nella nostra quotidianità, è fondamentale per noi genitori, è un allenamento di occhi e cuore, al quale possiamo e dobbiamo rendere partecipi  i nostri bimbi. Non avendo filtri, loro sono molto più agevolati di noi, riescono molto spesso ad incantarsi e ad apprezzare quello verso cui noi siamo ciechi. Creiamo, così, un piccolo diario di bordo, nel quale ogni componente avrà il compito di annotare giorno per giorno, un momento, una situazione, un’emozione, un evento, un gesto, ecc.. che gli ha mostrato la bellezza dello straordinario. Possiamo prendere un quaderno e fare insieme una copertina, inventarla, personalizzarla, e scriverci su “Noi, cercatori di bellezza!” Sarà bellissimo andare a riprendere il nostro quaderno ogni tanto e rileggere tutta la bellezza che ha attraversato le nostre giornate, anche quelle meno belle. Quella bellezza che abbraccia la gioia “al di sopra”.

PREGHIERA


Questo momento termina con la preghiera quotidiana.

Scarica Giorno 23

Scarica la Preghiera quotidiana


Maria Marzolla
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
clicca sull'immagine per maggiori info

Condividi:
Designed by OddThemes | Distributed by Blogger Themes