Gesù conosceva ciò che c'è nel cuore dell'uomo. Ma abbiamo motivo di pensare che quello che avviene nel vangelo di oggi sia frutto semplicemente dell'attenzione umana di Gesù. Oltre a conoscere il cuore, Gesù guarda al volto. Questa attenzione è tipica di chi è innamorato. Quando incroci due innamorati lo noti subito. C'è un'atmosfera di attenzione che li avvolge. Lo sguardo di Gesù si posa attento e innamorato su ognuno. Ma non in tutti si riscontra la stessa eco di amore. L'amore lo si riconosce dalla generosità di cuore con la quale la persona si dona. La vedova ci dona l'esempio. Che lo sguardo innamorato dello Sposo, posato su me e te, venga sorpreso da una graziosa risposta d'amore.
#pregolaParola
(Lc 21,1-4)
Alzàti gli occhi, vide i ricchi che gettavano le loro offerte nel tesoro del tempio. Vide anche una vedova povera, che vi gettava due monetine, e disse: «In verità vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti. Tutti costoro, infatti, hanno gettato come offerta parte del loro superfluo. Ella invece, nella sua miseria, ha gettato tutto quello che aveva per vivere».

Robert Cheaib
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole

Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: