Da dove viene la forza che esce da Gesù e che opera guarigioni e salvezza? Viene dal Padre. Sì, anche il Figlio eterno riceve tutto dal Padre. E la pericope del vangelo di oggi è ben delimitata perché inizia con la fonte storica di questa forza, ovvero con Gesù che prega intensamente. Se lui, l'eterno Figlio attinge la sua forza da questo incontro, da questa esposizione al Padre, quanto più noi. Preghiamo!
#pregolaParola
(Lc 6,12-19)
In quei giorni egli se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore. Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C'era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidone, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: