Come si incontra Dio? Cercandolo? O lasciandosi sorprendere dall'incontro? Le due parabole del vangelo di oggi non cedono all'aut aut. Gesù manifesta che Dio ha un'immensa fantasia nel trovare l'uomo. Va precisato che l'iniziativa è sempre del Signore. Anche nella persona che sembra cercare a tentoni, è l'istinto dello Spirito Santo a muovere il suo cuore a cercare il Signore. Ma se Dio ce la mette tutta per incontrare l'uomo, resta a quest'ultimo una scelta importante da fare: lasciarsi trovare, prendere atto della grazia e della gioia dell'incontro con il Signore. È quello che vediamo nei due personaggi delle parabole di oggi: la gioia della scoperta e il coraggio di abbandonare il superfluo per abbracciare l'Unico necessario.
#pregolaParola
(Mt 13,44-46)
Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: