Come può Colui che è il principe della pace dire che non è venuto a portare pace sulla terra? Non si contraddice lui che in un altro contesto dice: vi do la mia pace? Affatto! Lui non dona una pace qualsiasi, ma la sua pace. E proprio affinché non venga frainteso, specifica che la pace che dà non è come la pace del mondo. La pace del mondo è convenienza o connivazione. La pace di Gesù non accetta compromessi ed è una pace che nasce dalla verità. La verità non accetta di indossare qualsiasi veste pur di andare d'accordo con la loda imperante. Per questo è scomoda. Non perché cammina nuda, come vorrebbe la leggenda, ma perché l'unica veste che la verità autentica non si toglie è la carità, ovvero, l'amore attento all'altro, al suo cammino, ai suoi tempi. Solo lì nasce una pace che non è l'assenza di conflitti, ma che è riconciliazione vera che trasforma chi la dona e chi la accoglie, l'uno perché ama, l'altro perché amato... Ed entrambi perché stra-amati da Cristo crocifisso, nostra pace.
(Mt 10,34-11,1)
Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. Sono infatti venuto a separare l'uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; e nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa. Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me; chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me. Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà. Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa». Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per insegnare e predicare nelle loro città.

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: