#selah
chi fa la volontà di Dio genera Cristo in sé e negli altri.
#inascolto
(Mt 12,46-50)
Mentre egli parlava ancora alla folla, ecco, sua madre e i suoi fratelli stavano fuori e cercavano di parlargli. Qualcuno gli disse: «Ecco, tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti». Ed egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre».
#pregolaParola
Dovevano suonare particolarmente rivoluzionarie le parole di Gesù in una cultura dove uno dei comandamenti divini è onorare il padre e la madre, e dove l'appartenenza di sangue a una razza era una garanzia e un motivo di orgoglio. Gesù inaugura una razza nuova, non fondata sulla discendenza terrena, ma sulla obbedienza divina. Chi fa la volontà del Padre è suo fratello e sua sorella. Ma non lasciamoci sfuggire l'ultima parola: chi fa la volontà di Dio è madre di Gesù. In altre parole, chi fa la volontà di Dio genera Cristo in sé e negli altri.

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: