Il denaro è un buon servo, ma è un cattivo padrone. Il primo vero fine del denaro è quello di darti quanto basta per dispensarti dal pensare ad esso. Perché allora Gesù mette un aut aut tra Dio e mammona? Perché l'inganno del denaro è duplice: quando ti manca, diventa una ossessione. Pensi che tutto quello di cui hai bisogno sono i quattrini. Vivi, in un altro senso, in un grande inganno, non solo perché i soldi non fanno la felicità, ma soprattutto perché - ed è qui il secondo inganno - quando avrai quanto ti è sufficiente, magicamente o maledettamente, ciò che è sufficiente non ti basta più. In altre parole, il denaro è molto rapido a slittare da mezzo a fine. Quale rimedio per questa tentazione così facile e così frequente? Gesù parla dell'immensa fiducia filiale nel Creatore. Sapere che siamo in buone mani ci guarisce dalle braccia corte e ci sollecita ad aprire il nostro cuore e a gettarci nelle braccia del Signore, buon servo - come ce l'ha mostrato Gesù - e buon Padre.
(Mt 6,24-34)

Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l'uno e amerà l'altro, oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire Dio e la ricchezza. Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non séminano e non mietono, né raccolgono nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non valete forse più di loro? E chi di voi, per quanto si preoccupi, può allungare anche di poco la propria vita? E per il vestito, perché vi preoccupate? Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora, se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani si getta nel forno, non farà molto di più per voi, gente di poca fede? Non preoccupatevi dunque dicendo: «Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?». Di tutte queste cose vanno in cerca i pagani. Il Padre vostro celeste, infatti, sa che ne avete bisogno. Cercate invece, anzitutto, il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non preoccupatevi dunque del domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. A ciascun giorno basta la sua pena.


Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: