(Gv 21,1-14)
Come posso discernere l'opera del Signore nella mia vita? Ci sono tanti elementi da tenere in conto. Questo vangelo c'è ne presenta uno importante: la sovrabbondanza. Quando il Signore entra in gioco, sovente c'è un che di eccedente (e mai eccessivo) di bene e di benedizione. Può trattarsi di abbondanza di gioia e di pace, magari anche in mezzo alla tempesta e alle prove; può essere anche abbondanza di frutti e di conversioni, anche in mezzo alla povertà dei mezzi. E qui ci vuole il cuore del discepolo amato, colui che ha una profonda intimità con il cuore di Cristo e che sa riconoscere che è Gesù che passa, che è Gesù all'opera. Preghiamo affinché tutti noi, al passaggio del Signore possiamo avere quello sguardo puro, attento e innamorato, e riconoscerlo confessando: «È il Signore».
#pregolaParola
*
Dopo questi fatti, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaele di Cana di Galilea, i figli di Zebedeo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla. Quando già era l'alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore, si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare. Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: non erano infatti lontani da terra se non un centinaio di metri. Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. Disse loro Gesù: «Portate un po' del pesce che avete preso ora». Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si squarciò. Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», perché sapevano bene che era il Signore. Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede loro, e così pure il pesce. Era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risorto dai morti.

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: