«Dio ha bisogno degli uomini» recita il titolo di un filmo del 1950... E quanto è mirabilmente vero! Colui che dice: «Non chiamate nessuno padre su questa terra», si è rivolto a Giuseppe chiamandolo papà e, molto verosimilmente, Abba. Colui che non ha bisogno di niente, ha abbracciato la nostra umanità, ha assunto il nostro stato di essere bisognosi. E si è fatto bisogno della carezza della madre e della stretta del forte braccio di un padre. Meditando Giuseppe il cuore va in alto, verso la discesa e la condiscendenza di Dio. Dio ha bisogno degli uomini. Dio ha bisogno di me e di te.
Mt 1,16.18-21.24a
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo. Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa;

Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: