In quel tempo, mentre Gesù stava parlando, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.
Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto, ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno? Date piuttosto in elemosina quello che c’è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro».
Gal 5,1-6   Sal 118   Lc 11,37-41

Ci si aspetta un compimento diverso di questa frase di Gesù: «Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto… Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno?»… Dell tipo: «Penitenziagite». Ma Gesù ci spiazza, invitando a fare elemosina. Invita alla purificazione della comunione e dell’amore. Lezione immensa del cristianesimo! la purezza non è questione di mani pulite, è questione di cuori che amano fino a “sporcarsi” nella donazione di sé, a immagine di Cristo, il vero Puro, che purifica.



Se hai l'app "telegram" sul tuo telefono, puoi ricevere il commento ogni mattina iscrivendoti al canale telegram.me/liturgia 
Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: