Come deve essere un cristiano?
Probabilmente san Paolo ci risponderebbe così: deve avere
gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù (cf. Fil 2,5). Non di rado, come cristiani, assumiamo un tratto di Cristo e faccio di una sfumatura il tutto.
È chiaro, ad esempio, che ai nostri giorni fraintendiamo l’amore e la misericordia di Gesù. A guardare alcuni nostri atteggiamenti e alcune nostre posizioni (sociali, politiche, parrocchiali, ecc.) sembriamo più santi del Santo, più misericordiosi del Misericordioso… Ma questa posizione estremista è non solo insostenibile e irreale, ma anche dannosa. Uno degli aspetti in cui si manifesta il fallimento della misericordia unilaterale è l’amministrazione dei sacramenti.

In questa conferenza si parla (dopo un’ampia introduzione) di queste due tematiche: Come vivere l’amore cristiano? Come bisogna gestire l’amministrazione dei sacramenti?

La conferenza è stata lunga (circa un’ora e un quarto) ed è stata seguita da un’intensa e interessantissima sessione di domande e risposte durante altrettanto. Qui si offre soltanto una selezione dell’intervento (circa 50 minuti) che include anche un piccolo assaggio in anteprima dell’opera “Alla presenza di Dio” che parla proprio del vissuto e dello stile concreto del cristiano e che sarà nelle librerie verso aprile/maggio.



Buon ascolto.







Condividi:

Robert Cheaib

Posta un commento: