Dopo aver esplorato nel nostro percorso di #cristologia della serie #teologiainbriciole esploriamo il pensiero degli antichi giudei, espresso fondamentalmente nel Talmud riguardo a Gesù.
Scopriamo così un disprezzo della figura di Gesù considerato "folle, stregone e seduttore", ma veniamo confermati anche in alcuni dati essenziali su Gesù, specie la sua crocifissione e i suoi miracoli.
Un altro particolare interessante è che il Talmud non chiama Gesù per nome, perché il suo nome significa "Dio salva", ma Ieshu, acronimo delle parole ebraiche: "Che il suo nome e il suo ricordo siano cancellati".
*
Buon ascolto <3
*
Dato che è difficile condividere playlist su facebook, vi rimando alla playlist intera su youtube, dove trovate anche playlist su matrimonio, famiglia, sessualità, spiritualità, scuola di preghiera e altro: https://www.youtube.com/user/robertcheaib/playlists

La puntata di oggi, se non si vede il video nella newsletter, è qui



Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: