Se vuoi ascoltare Dio devi metterti nelle giuste condizioni per ascoltarlo. Non basta appartenere a un certo gruppo, sia esso pure strettamente collegato al Signore. Non è l'appartenenza esteriore che fa sentire il Signore nell'interiorità. «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti». Quel stare “fuori” è l'ostacolo. Non puoi vederLo se non vai dentro, nella tua interiorità, nella stanza interiore dove il Signore dimora. Non puoi vedere il Signore, se non mettendoti in ascolto. E quando l'ascolto ti diventa connaturale come il respiro, vedrai come nel tuo fare scoprirai la volontà del Signore e nel silenzio della tua preghiera egli ti parlerà.

Lc 8,19-21

E andarono da lui la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla. Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti». Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: