Le beatitudini sono un autoritratto di Gesù. Sono mete irraggiungibili verso le quali ci porta su ali d’aquila la grazia di Dio. Vivendoli ci conformiamo sempre più a immagine del Maestro. Ogni volta che le medito, mi parlano in un modo diverso. Ogni volta – o quasi – mi sento attratto e sfidato da una beatitudine diversa rispetto alle volte precedenti. Questa volta – e non ricordo che mi sia capitato in passato – la beatitudine che ha risuonato come più urgente è stata: «beati i miti». Non (solo) perché è periodo di esami e devo essere clemente con gli studenti… ma in generale, per situazioni quotidiane che possono essere risolte con una bella muraglia, mentre il Signore mi sfida a costruire ponti. E tu, qual è la tua beatitudine per questo periodo?
Mt 5,1-12
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi».
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: