«Chi ne accetta la testimonianza, conferma che Dio è veritiero. Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito». Le parole di Giovanni il Battista si presentano come una cerniera tra due incontri importanti di Gesù: l’incontro con Nicodemo e quello con la donna samaritana. Due personalità diverse che appartengono a due mondi simbolici che possiamo considerare contrapposti. Ma adesso – quindi anche ora – ciò che conta non è la genealogia, bensì l’opzione vitale. A chi si apre a lui nella fede, Cristo dona lo Spirito del Padre senza misura. Tradotto, questo significa che nessuno può dire: “eh, ma quello è un santo, io no”. Perché? Perché Cristo ci dona lo Spirito Santo senza misura.
Gv 3,31-36
Chi viene dall’alto è al di sopra di tutti; ma chi viene dalla terra, appartiene alla terra e parla secondo la terra. Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti. Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza. Chi ne accetta la testimonianza, conferma che Dio è veritiero. Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito.
Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa. Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l’ira di Dio rimane su di lui.
Vuoi seguirci sul tuo smartphone? Puoi ricevere ricevere tutti gli articoli sul canale briciole
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: