In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: 
«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso. 
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati. 
Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio». 
Dn 9,4-10   Sal 78   Lc 6,36-38
«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso». Come intendere questo comando? Come un padrone che sadicamente ti mette l'asticella troppo in alto per umiliarti? No e mille volte no. È il Padre Creatore che ti dice una parola creatrice e che, se vuoi, crea in te un cuore nuovo, ok cuore di Cristo. Davanti a ogni impossibilità umana che il Vangelo ci prospetta, siamo chiamati come Maria a credere e a dire: avvenga in me secondo la tua Parola.
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: