In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio.
C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.
1Cor 15,12-20   Sal 16   Lc 8,1-3

«Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio». Perché andare in giro ad annunciare il Regno di Dio? Non basterebbe essere “brave persone”? Il vangelo risponde di no. Non basta essere buoni. Non siamo fatti per essere soltanto buoni, siamo fatti per Dio, siamo fatti per l’infinito, siamo fatti per la comunione, siamo fatti per la nuzialità. Non ci bastano redenzioni private. Non ci basta essere contenti. Essere solo contento è accontentarsi, noi siamo fatti per strabordare, per eccedere, per uscire incontro all’Amato che, sulle nostre strade, ci viene incontro. 
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: