In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio».
E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.

2Tm 2,8-15   Sal 24   Mc 12,28-34


Qual è il più grande comandamento? – essere Dio. Accogliere la vita stessa di Dio che è l’amore, fruirne e metterla a frutto. La pienezza della legge è l’amore, insegna san Paolo. E un autore medievale esprime magistralmente la dinamica dell’amore: «Per l’amore nulla è mai abbastanza, nulla meno di se stesso. L’amore non può saziarsi di se stesso e, tuttavia, non può essere nutrito che da se stesso. L’amore non vuole null’altro che amare». Ecco la vita di Dio, ecco la via dell’uomo.

http://goo.gl/gJjS3Y
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: