In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli andarono di nuovo a Gerusalemme. E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti, gli scribi e gli anziani e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l’autorità di farle?».
Ma Gesù disse loro: «Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Diciamo dunque: “Dagli uomini”?». Ma temevano la folla, perché tutti ritenevano che Giovanni fosse veramente un profeta. Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo».
E Gesù disse loro: «Neanche io vi dico con quale autorità faccio queste cose».
Gd 1,17.20-25   Sal 62   Mc 11,27-33

«Custodisci te stesso da te stesso, e ti sarai ben custodito». Così scriveva Meister Eckhart spiegando che se le verità di Dio ci rimangono oscure, è perché noi stessi mettiamo i bastoni tra le nostre ruote sulla via della conoscenza di Dio. Per conoscere la verità di Dio è necessario essere veritieri. Quando c’è un intento inquinato, Dio sfugge, perché Egli è puro e si rivela ai puri. Se c’è un’attitudine menzognera, si è già nel campo del padre della menzogna con le spalle a Colui che è la Verità… Dammi di fare la verità per essere nella Tua Verità.
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: