Madonna del latte, Madonna, virgin with child

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

Nm 6, 22-27   Sal 66   Gal 4,4-7   Lc 2,16-21


«Trovarono Maria e Giuseppe e il bambino». Ubi Mater, ibi Filius. Dove è Maria, lì è Gesù. Così fu, così è, così sarà. Perché dove c’è Maria, c’è un cuore che concepisce nel silenzio la Parola e si partorisce alla vita di Dio. Dove passa Maria si riconosce Gesù. Quando si incontra Maria fiorisce la lode di Dio. All’inizio di quest’anno, come discepoli amati, portiamo Maria a casa nostra, nella dimora della nostra vita. Ricordiamo con lei l’opera di Dio in noi, serbiamo con lei la Parola, apriamo il nostro presente al futuro di Dio. 
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: