In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».
E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata».

Rm 8,18-25   Sal 125   Lc 13,18-21


Quando inizia il Regno di Dio? – Quando accogli il lievito di quella Donna nella tua vita e lasci trasformare tutte e tre le dimensioni del tuo essere – corpo, anima e spirito – dal lievito del Padre, il Figlio di Maria. Se il seme di Gesù mette radice nel giardino del tuo cuore, non c’è più bisogno di chiedere dov’è la primizia del Regno, perché laddove tu sei, Egli è. Già da ora, accogliendo la «primizia dello Spirito», tu annunci la speranza che ancora deve compiersi.
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: