In quel tempo, Gesù se ne andava per la Galilea; infatti non voleva più percorrere la Giudea, perché i Giudei cercavano di ucciderlo.
Si avvicinava intanto la festa dei Giudei, quella delle Capanne. Quando i suoi fratelli salirono per la festa, vi salì anche lui: non apertamente, ma quasi di nascosto.
Alcuni abitanti di Gerusalemme dicevano: «Non è costui quello che cercano di uccidere? Ecco, egli parla liberamente, eppure non gli dicono nulla. I capi hanno forse riconosciuto davvero che egli è il Cristo? Ma costui sappiamo di dov’è; il Cristo invece, quando verrà, nessuno saprà di dove sia».
Gesù allora, mentre insegnava nel tempio, esclamò: «Certo, voi mi conoscete e sapete di dove sono. Eppure non sono venuto da me stesso, ma chi mi ha mandato è veritiero, e voi non lo conoscete. Io lo conosco, perché vengo da lui ed egli mi ha mandato».
Cercavano allora di arrestarlo, ma nessuno riuscì a mettere le mani su di lui, perché non era ancora giunta la sua ora.
Sap 2,1.12-22   Sal 33   Gv 7,1-2.10.25-30

Visitando le stanze di sant’Ignazio a Roma, si possono ammirare nella cappella adiacente vari affreschi prospettici che, guardati frontalmente sembrano fatti male. In realtà, essi sono pensati per essere visti dai banchi dove si trovano i fedeli. La prospettiva è fondamentale per la comprensione e l’interpretazione dei fenomeni della nostra vita. Per questo è importante ricordarsi sempre che la prospettiva giusta per leggere la nostra storia è l’eternità e che il criterio della nostra umanità è il Divino. È così che Giovanni guarda alle varie esperienze di Gesù nel suo vangelo. La lettura e il senso non è dettato dai tempi degli uomini, ma dall’ora di Cristo, dall’ora in cui morendo sulla croce ci apre il varco verso l’Eterno.
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: