«La sola cosa che importa è dire sempre di sì a Dio ogni volta che Lo incontriamo». Queste parole di Julian di Norwich nelle sue Rivelazioni del Divino Amore, ci mostrano l’atteggiamento necessario di vigilanza e di prontezza che devono contraddistinguere la nostra attenzione spirituale. Nella vita – quell’occasione unica che non ha il lusso del rewind o del test drive – chi dorme non piglia pesci… se non in faccia. I vari “Battista” che attraversano la nostra vita ci invitano ad allenare i sensi per cogliere il passaggio dell’Agnello di Dio. Non è l'appartenere a qualche categoria che ci favorisce, ma la predisposizione del cuore, quel cuore innamorato e vivo che veglia, anche quando dormiamo, come il cuore della Sposa del Cantico. 
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: