Ammettiamolo, la genealogia di Gesù lascia molto a desiderare. Ripercorrendo con la memoria questi nomi dell’Antico Testamento, vediamo che non si sono fatti mancare niente: furti d’identità e di primogenitura, omicidio, stupri, prostituzione, inganni,… Eppure, proprio da questo tronco sgangherato Dio fa spuntare il Germoglio della salvezza. È così anche nelle nostre biografie segnate da tante sfumature di fallimento, chiusura alla Bellezza, egoismo, meschinità… sì, proprio lì, Dio può nascere per farci rinascere. Ci chiede solo un cuore mariano che serba la Parola e un’attitudine da Custode per custodire e ravvivare il dono di Dio che è in noi. E un grande affidamento alla graziosità di Colui che da queste pietre può tirar fuori “figli di Abramo”, paradigma della fede che crede, che per Dio niente è impossibile.
Share To:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: