Oltre al noto legame storico tra Giovanni e Gesù, c’è un legame simbolico che possiamo evincere dai loro nomi. Il nome Giovanni significa “tenerezza di Dio” e Gesù significa “Dio salva”. Conosciamo la salvezza di Dio riconoscendo e accogliendo la sua tenerezza. La tenerezza di Dio, hanan, è infatti uno dei nomi della sua grazia nell’Antico Testamento. È un tratto fondamentale che ci mostra il volto materno di Dio nel suo rapporto a noi. La salvezza è accogliere e lasciarsi trasformare da questa graziosa tenerezza divina che ci trae con legami di bontà, con vincoli d'amore; ci solleva come un bimbo alla guancia del Signore che si inchina su di noi per saziarci del suo amore (cf. Os 11,4). Capita pure, e sovente, che sperimentiamo realmente questa tenerezza salvifica quando la esercitiamo verso gli altri.
Condividi:

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Autore di diverse opere (Vedi link)

Conferenziere su varie tematiche tra cui l'ateismo, la mistica, il sufismo, la teologia fondamentale, le dinamiche relazionali e la vita di coppia...

Per il CV clicca qui


Posta un commento: